Istituto Tecnico Tecnologico Statale Silvano Fedi-Enrico Fermi      

Esperienze

Intitolata al prof. Carlo Giovannelli la biblioteca scolastica della sede “E. Fermi” dell’ITT Fedi Fermi

Il 30 aprile u.s. nei locali della sede “Enrico Fermi”(ex-Geometri) dell’ITTS “Fedi-Fermi”, si è svolta la cerimonia di intitolazione della biblioteca scolastica col nome dell’Ing. Carlo Giovannelli, docente di topografia della scuola durante gli anni che vanno dal 1970 al 1980.
Carlo Giovannelli era uno dei quattro giovani antifascisti che, insieme a Silvano Fedi, Fabio Fondi e Giovanni La Loggia, vennero arrestati dalla milizia fascista quando erano studenti dell’allora Liceo Forteguerri.
Sono intervenuti i familiari, i colleghi ed amici, il presidente del Collegio dei Geometri di Pistoia, Marco Sibaldi, il presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea in provincia di Pistoia, dott. Roberto Barontini ed il Dott. Francesco Piano – Viceprefetto di Pistoia.

“Della sua vita di partigiano, di professionista, di uomo di scuola e padre di famiglia, si sono volute ricordare le doti di mitezza, di lealtà, sobrietà, riservatezza ed altruismo di uno dei tanti eroi che hanno contribuito col loro sacrificio al riscatto della nostra nazione dagli anni bui del fascismo. In una società come quella in cui viviamo, in cui i valori sembrano dissolversi o coniugarsi all’unico paradigma possibile, il denaro, il successo e l’apparire, valga per i nostri giovani il luminoso esempio di quest’uomo che con semplicità, ma con profondo rispetto dei valori umani, ha saputo camminare lungo il difficile percorso della sua vita”. (Prof. Riccardo Cioni)

La biblioteca della sede “Enrico Fermi” dispone di circa 7 500 volumi. Raccoglie diversi volumi di pregio, fra i quali un volume con dedica autografa di Tiziano Terzani.

Si ringrazia il Collegio dei Geometri di Pistoia che ha donato alla scuola le strutture di supporto per l’allestimento della mostra fotografica.

IMG_0881 (1024x683) IMG_0950 (1024x683)


Geometri e informatici primi al concorso “L’alimentazione nel periodo fascista e nella guerra a Pistoia”

L’ITTS Fedi-Fermi, con le classi 5CTA e 5IA, si è aggiudicato il primo premio pari al valore di mille euro nel concorso su “L’alimentazione nel periodo fascista e nella guerra a Pistoia”, indetto dall’Istituto storico della Resistenza e dalla Coop di Pistoia. Secondo posto per l’Istituto Pacini. La premiazione è avvenuta venerdì 22 aprile presso l’Auditorium di Pistoia con gli interventi di Dora Donarella, Presidente della Sezione Soci Coop, di Roberto Barontini e di Pier Luigi Guastini, rispettivamente Presidente e membro dell’Ufficio di Presidenza dell’Istituto storico.

Gli studenti delle due classi, coordinati dalla prof.ssa Di Sario e dal prof. Vaccaro, hanno redatto una ricerca con più metodologie. “Si è percorsa innanzitutto la ricerca tradizionale sui testi, aiutati in questo dalla nostra bibliotecaria Marzia; si è poi, per così dire, aggiornata con la ricerca su internet e, infine, abbiamo anche sperimentato l’intervista con i testimoni diretti, in questo caso i nostri nonni”, dice Andrea Nigro della 5CTA: “Abbiamo conosciuto cosa fosse il pane nero, preparato con farina di lenticchie e il caffè d’orzo, nato proprio in quell’epoca, e il meno gradito caffè di cicoria, la salacca, i necci e il castagnaccio. Abbiamo imparato cosa fosse la tessera annonaria di razionamento, anche detta la “tessera della fame”, la “borsa nera” e certi slogan tipo “chi mangia troppo ruba alla Patria”. Abbiamo saputo della buffa norma di dover tradurre i nomi dei piatti stranieri in italiano in modo che lo champagne diventasse sciampagna, la brioche si trasformasse in brioscia e le croquettes diventassero polpette” affermano i compagni di classe Carlo Scalzo e Cristiano Volpi.

I ragazzi della 5IA si sono invece maggiormente concentrati sulle interviste. Simone Giacomelli ha riportato la testimonianza della nonna Lina abitante a Montale, della sua accoglienza degli sfollati che, all’occorrenza, si nascondevano dentro le botti; di quando i tedeschi le portarono via tutte le patate che aveva raccolto e nascosto inutilmente sotto le erbe; di quando, senza soldi per comprarsi i vestiti, sua madre le aggiustò una gonnellina con la stoffa della bandiera italiana, una delle poche cose di cui la famiglia non aveva subito la razzia.

“E’ stata una buona occasione – conclude Luca Akka – per capire che la storia non è solo fatta da eventi e personaggi lontani, ma dal vissuto concreto di tutti noi”.

IMG_0832 (Copia)


Gara Nazionale CAT

Il 14 e 15 aprile 2016 si è svolta a Cesena, presso l’Istituto Tecnico “Garibaldi/Da Vinci” (vincitore della precedente edizione), la GARA NAZIONALE riservata agli alunni degli Istituti Tecnici – ad indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio – che frequentano il quarto anno di corso.

La Gara Nazionale è considerata una competizione di eccellenza, i cui obiettivi, come riportato dal MIUR, sono: la valorizzazione degli alunni, la verifica di abilità acquisite e di livelli professionali e culturali raggiunti in relazione ai curricoli, lo scambio di esperienze tra realtà socioculturali diverse, la diffusione sul territorio di un’immagine dell’istruzione adeguata alle nuove realtà emergenti in campo nazionale ed europeo e un approccio sempre più puntuale ad un sistema integrato scuola-formazione.

Margherita Lavieri della 4cta (accompagnata dal Prof. Del Puglia) ha validamente rappresentato l’ITT Fedi Fermi, misurandosi durante le due giornate con delle prove incentrate sulle materie caratterizzanti il quarto anno di corso: Progettazione Costruzioni ed Impianti, Gestione Cantiere, Estimo e Topografia.

Nell’attesa di conoscere gli esiti della gara, a lei va il ringraziamento del nostro Istituto in quanto, col suo impegno e con la sua disponibilità a partecipare, ha consentito alla scuola (in particolare all’indirizzo CAT) di affacciarsi per la prima volta a questo genere di competizioni, occasione tanto unica quanto rara di crescita personale e di confronto. 62 erano infatti gli studenti partecipanti, in rappresentanza di altrettanti istituti italiani.

La manifestazione ha favorito anche la creazione temporanea di una tavola rotonda in cui i docenti accompagnatori hanno potuto condividere le esperienze e le dinamiche delle proprie realtà scolastiche.

IMG_20160414_091510   IMG_20160414_211753   IMG_20160414_211956   image (1)


Insegniamo ai ragazzi l’edilizia sostenibile

In linea coi recenti appuntamenti creati col progetto “boot camp for students” della Camera di Commercio, coi vari incontri/conferenze organizzati per l’alternanza scuola-lavoro e, più in generale, con tutti quei processi di orientamento al lavoro e alla formazione post-diploma che da sempre il nostro Istituto sviluppa con l’obbiettivo di aumentare le probabilità di successo dei nostri studenti, il 19 marzo e il 4 aprile 2016, presso l’aula magna della succursale Fermi, le classi del triennio dell’indirizzo CAT hanno incontrato Simone Gualandi, ex studente dell’allora ITI Fedi, oggi termotecnico libero professionista oltre che socio fondatore e amministratore di EcoCasa, giovane cooperativa pistoiese attiva nel campo dell’edilizia sostenibile e della divulgazione dei temi legati alla salute e alla sostenibilità ambientale.

Durante queste due mattine è stata presentata un’analisi dello stato di fatto del mercato immobiliare e della situazione attuale del clima e dell’ambiente, seguita dall’individuazione delle cause e dalla ricerca di concrete soluzioni, il tutto secondo uno stimolante dialogo instauratosi fra relatore e studenti.

Dato l’interesse manifestato, EcoCasa e il nostro Istituto (e più in particolare l’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”) auspicano il proseguimento della collaborazione, anche sotto forma di stages/tirocini, per dimostrare che è possibile passare dalla teoria alla pratica e per dar forza a quello che è uno degli slogan di EcoCasa, ma anche della scuola:

la nostra RIVOLUZIONE CULTURALE: investire sulla cultura, investire sui giovani”.

IMG_20160426_121549      IMG_20160319_102238

 


Il concorso FLL è rivolto ai ragazzi dai 9 ai 16 anni, che progettano, costruiscono e programmano robot autonomi, applicandoli a problemi reali di grande interesse generale, ecologico, economico, sociale, al fine di cercare soluzioni innovative ed effettuare una ricerca con tutti i criteri caratteristici del protocollo scientifico. I ragazzi acquisiscono in questo modo conoscenze e competenze utili al loro futuro lavorativo e si avvicinano in modo concreto a potenziali carriere in ambito scientifico e ingegneristico. La sfida di quest’anno, uguale in tutto il mondo, ha grande rilievo, soprattutto dal punto di vista ambientale, ed è quella di trovare soluzioni per produrre meno spazzatura o migliorare il modo con cui essa viene trattata: TRASH TREK.

L’11 e il 12 marzo, il team “Rubbish Hunters” dell’ITT “Fedi-Fermi” di Pistoia, impegnato nella finale nazionale della First Lego League a Rovereto, ha vinto la coppa per il migliore Core Values, confermando il grande lavoro scolastico che viene fatto non solo per gli aspetti tecnologici ma anche per le cosiddette “competenze trasversali” e le “abilità sociali”. La valutazione del Core Values costituisce un elemento di novità assoluta rispetto a tutte le altre competizioni. Si svolge all’interno di un ambiente ad accesso limitato in cui alcuni esperti nella dinamica di gruppo valutano i comportamenti del team nella soluzione di problemi e li intervistano per comprendere la gestione dei rapporti interni, con gli educatori e con i concorrenti. I giudizi acquisiti in questa fase vengono integrati dall’esame dei comportamenti sul campo di gara e negli stand (accoglienza, collaborazione, comunicazione).

Elemento di particolare interesse è stato inoltre la composizione del team , che ha visto la collaborazione di studenti degli indirizzi “Informatica” e “Costruzioni, Ambiente e Territorio”, e che ha consentito agli studenti stessi la realizzazione di importanti sinergie e l’acquisizione di competenze incrociate in settori tecnologici diversi.
Significativa è anche la presenza femminile, a sottolineare come i percorsi formativi nell’ambito delle scienze e delle tecnologie siano particolarmente appropriati per le ragazze – osservazione di strettissima attualità in occasione della campagna del MIUR “LE STUDENTESSE VOGLIONO CONTARE – IL MESE DELLE STEM” –http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs110216ter

Agli studenti BARTELLONI GUGLIELMO, BIOLCHI AURORA, BONACCORSI FRANCESCO, DONI ELENA, GIUSTI NICCOLO’, GOTI FEDERICO, IACONO CHRISTIAN, INNOCENTI UCCINI LISA, NICCOLAI MATTEO, PORTARO MARTINA vanno i migliori complimenti a nome di tutto l’istituto per l’impegno portato avanti con dedizione e serietà e per il bel risultato raggiunto. Un sentito ringraziamento va anche ai docenti che hanno collaborato alla preparazione dei ragazzi, e che quotidianamente lavorano nell’ottica del miglioramento continuo, Federica Bettin, Giuliano Feola, Roberta Incerpi, Simonetta Melosi, Gianfranco Tarantino e Riccardo Niccolai.

poster   rubbish hunters


Think green: una scuola sostenibile

Si è conclusa il 23 febbraio 2016 la valutazione degli oltre 90 progetti prodotti dagli studenti delle classi seconde del Fedi-Fermi, in occasione del laboratorio di orientamento al triennio dell’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”, effettuato nei mesi di novembre e dicembre 2015.

In tale ambito è stato sottoposto agli studenti un concorso di idee dal titolo “Think green: una scuola sostenibile” il cui obbiettivo era il restyling in chiave “verde” (con tutte le accezioni attribuibili a tale parola) degli esterni della succursale Fermi.

Agli alunni è stata dapprima introdotta la tematica con l’ausilio di alcune slide contenenti immagini evocative del concetto “pensare verde” ed esempi realizzati o progettati; conseguentemente sono stati chiamati a visionare alcune riproduzioni fotografiche degli esterni della succursale prodotte in grande formato (45×60 cm) su carta e a prendere parte ad una breve fase di “progettazione partecipata”, da cui sono emersi alcuni dei punti di forza e di debolezza della struttura oggetto di concorso. Al termine di questa fase gli alunni hanno formato piccoli gruppi e sono stati invitati ad utilizzare le tecniche a loro più congeniali per esprimere le proprie idee, facendo uso di strumenti semplici, quali pennelli, pennarelli, matite, penne di vario genere, squadre e righelli, post it, etc… A supporto della fase creativa gli studenti hanno avuto a disposizione un manuale del verde, alcune riviste di architettura, oltre ad un elevato numero di immagini contenenti ispirazioni attinenti il tema del concorso.

L’analisi dei progetti ha portato all’identificazione delle 5 linee progettuali di seguito elencate:

  • Grafica (intesa non come “destrezza” nell’uso delle tecniche grafiche, ma come “visione” artistica dell’architettura)
  • Valenza tecnologica
  • Mimesi (in termini di armonizzazione col contesto circostante)
  • Tecnologie “verdi”
  • Creatività

I progetti sono stati raggruppati e valutati secondo queste 5 macroaree. Di seguito l’elenco dei gruppi di studenti autori delle migliori idee:

  • Grafica
    • Primo classificato: Matteo Furia, Fabio Nesi, Riccardo Vozella
    • Secondo classificato ex-aequo: Lorenzo Calabrese, Giulio Martini, Tommaso Melani, Ivan Perrella
    • Secondo classificato ex-aequo: Andrea Coppini, Daniele Frosetti
    • Terzo classificato ex-aequo: Emanuele Fagni, Matteo Niccolai
    • Terzo classificato ex-aequo: Lorenzo Chiti, Lorenzo Nincheri, Riccardo Rondelli
    • Menzione speciale: Alessio Giovannelli, Edoardo Savelli
  • Valenza tecnologica
    • Primo classificato: Giulio Pucci, Matteo Sicari, Mattia Vannelli
    • Secondo classificato: Francesco Capecchi, Niccolò Natali
    • Terzo classificato: Mirko Capecchi, Andrea Lomi, Alessandro Martone
  • Mimesi
    • Primo classificato: Francesca Campioni, Matilde Ferretti, Leonardo Selmi
    • Secondo classificato ex-aequo: Aurora Biolchi, Martina Portaro
    • Secondo classificato ex-aequo: Szymon Jan Galezniak, Simone Forci, Erik Krasniqi
    • Terzo classificato: Lorenzo Buonamici, Gabriel Kercaj
    • Menzione speciale: Filippo Gualtieri, Matteo Laschi
  • Tecnologie “verdi”
    • Primo classificato: Lorenzo Corsini, Matilda Gori, Daniele Ramazzotti
    • Secondo classificato ex-aequo: Niccolò Benedetto, Vincenzo Cofone, Gabriele Monati
    • Secondo classificato ex-aequo: Niccolò Canton, Eduard Marian Covaciu, Alessandro Sarchielli
    • Terzo classificato ex-aequo: Elia Arduino, Lorenzo Frangioni, Gianfederico Nesi
    • Terzo classificato ex-aequo: Federico Bianciardi, Marco Cugliari, Matteo Sali
  • Creatività
    • Primo classificato: Alessandro Iacono, Edoardo Melani, Matteo Petracchi
    • Secondo classificato: Elia Costantini, Giulio Lomi
    • Terzo classificato ex-aequo: Elisa Anatrini, Debora Bargagni
    • Terzo classificato ex-aequo: Filippo Palandri, Stefano Tilli

A tutti vanno i ringraziamenti e il plauso da parte dei docenti organizzatori del laboratorio (Proff. Del Puglia, Perone, Scardigli).

GRAFICA - 1° classificato

GRAFICA - 2° classificato ex-aequo - a

GRAFICA - 2° classificato ex-aequo - b

GRAFICA - 3° classificato ex-aequo - a

GRAFICA - 3° classificato ex-aequo - b

GRAFICA - menzione speciale

VALENZA TECNOLOGICA - 1° classificato

VALENZA TECNOLOGICA - 2° classificato

VALENZA TECNOLOGICA - 3° classificato

MIMESI - 1° classificato

MIMESI - 2° classificato ex-aequo - a

MIMESI - 2° classificato ex-aequo - b

MIMESI - 3° classificato

MIMESI - menzione speciale

TECNOLOGIE VERDI - 1° classificato

TECNOLOGIE VERDI - 2° classificato ex-aequo - a

TECNOLOGIE VERDI - 2° classificato ex-aequo - b

TECNOLOGIE VERDI - 3° classificato ex-aequo - a

TECNOLOGIE VERDI - 3° classificato ex-aequo - b

CREATIVITA' - 1° classificato

CREATIVITA' - 2° classificato

CREATIVITA' - 3° classificato ex-aequo - a

CREATIVITA' - 3° classificato ex-aequo - b


Arts & Crafts 2015: sul filo dell’eccellenza

Anche quest’anno, dal 22 al 25 ottobre, si è tenuta la manifestazione fieristica Arts & Craftsnegli stessi padiglioni impegnati nel 2014 e anche questa volta il Collegio Geometri ha gentilmente coinvolto l’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio” nell’organizzazione dello stand per l’illustrazione dell’attuale percorso didattico finalizzato alla formazione dei nuovi geometri. Per sottolineare l’importanza che hanno la cooperazione e la co-progettazione e i risultati che queste producono, ci si è avvalsi del supporto di due ex-studenti diplomati nel precedente a.s. proprio nel corso “Costruzioni, Ambiente e Territorio” e di una selezione di studenti diplomandi del corso “Informatica”, autori insieme ad alcuni colleghi dell’indirizzo “CAT” di un progetto architettonico e impiantistico per una discoteca.

Arts-&-Crafts-2015-locandina

IMG_20151024_110744-webIMG_20151024_110840-web


Progetto di discoteca con impiantistica gestita da scheda Arduino (illuminazione, musica, illuminazione di sicurezza, sensori di fumo)

Il 6 giugno 2015 nell’aula magna della sede succursale è avvenuta la presentazione di un progetto architettonico e impiantistico per una discoteca, frutto della collaborazione fra 10 studenti dell’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio” (Nicol Tascone della 3°CTA; Francesca Caroti, Giacomo Cintoli, Mirko Cirillo, Tommaso Fantozzi, Xhulio Jubaj, Andrea Nigro, Federico Nunziati e Carlo Scalzo della 4°CTA; Alberto Atlei della 5°CTA), 7 studenti del corso “Informatica” (Valdo Bechini, Andrea Del Corto, Alessio Fulgeri e Alessandro Gasparri della 4°IA; Emanuele Brizzi, Giovanni Paganelli e Federico Silvestri della 4°IB) e 2 studenti del corso “Automazione” (Andrea Marangione e Marco Marsigliotti della 4°AA).

Il lavoro, coordinato dalla prof.ssa Mara Venturi (ideatrice del progetto) e dal prof. Marco Del Puglia, ha mostrato l’importanza della cooperazione fra soggetti aventi competenze diverse, per il conseguimento di risultati altrimenti difficili da raggiungere.

Discoteca-presentazione-1Discoteca-presentazione-2

Discoteca-presentazione-3


Arts & Crafts 2014: il buon costruire

Dal 23 al 26 ottobre nei padiglioni dell’ex Centro Fiere e della Cattedrale (ex-Breda) si è svolta la grande fiera dell’artigianato e dei mestieri promossa da CNA e Confartigianato Pistoia: Arts & Crafts. In tale ambito il Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Pistoia ha generosamente invitato ad una sinergica collaborazione gli studenti e i docenti dell’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio” presso il proprio stand, evidenziando lo stretto legame col Fedi-Fermi e mettendo in luce il percorso che permette di giungere alla libera professione.

Geometri-1-Arts-&-Crafts-2014

Arts-&-Crafts-2014-locandina

 

Geometri-2-Arts-&-Crafts-2014


Formazione in materia di prevenzione dei rischi ambientali e protezione civile

Nel giugno del 2013 si è concluso il Percorso formativo in materia di prevenzione dei rischi ambientali e protezione civile, attivato dall’Istituto in collaborazione col personale tecnico della Provincia e del Genio Civile Servizio Sismico regionale. Il progetto, reso possibile da un accordo siglato tra Regione Toscana, Provincia di Pistoia e Fedi-Fermi, perseguiva l’obiettivo di far acquisire agli studenti del triennio del corso A sperimentale “Progetto Cinque” perito delle costruzioni, ambiente e territorio (divenuto corso B dell’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio) competenze specifiche in materia di protezione civile e prevenzione dei rischi ambientali. Il percorso formativo prevedeva la possibilità per la scuola di avvalersi della professionalità dei tecnici regionali e provinciali, inseriti in una apposita sottocommissione del Comitato Tecnico Scientifico dell’Istituto insieme allo stesso personale docente. “Si tratta di una iniziativa importante, che ha riscosso grande interesse da parte dei ragazzi coinvolti e che va nella direzione della formazione e dell’informazione come strategia d’intervento per la difesa preventiva dei rischi ambientali. – ha sottolineato l’assessore provinciale alla Protezione civile, Roberto Fabio Cappellini – Gli studenti di oggi saranno i professionisti di domani in materia di costruzioni, ambiente e territorio ed è fondamentale, già da adesso, far acquisire loro competenze specifiche in materia di prevenzione del rischio sismico, tutela ambientale e sviluppo sostenibile”. Il coordinatore del progetto per il Fedi-Fermi, prof. Riccardo Cioni, apprezzando l’impegno e i risultati ottenuti dall’intera équipe, ha auspicato la continuazione del medesimo per il raggiungimento di obiettivi formativi sempre più in linea con le esigenze del territorio, ringraziando con ciò gli Enti che hanno dato alla scuola l’opportunità di sviluppare una così importante iniziativa. Erano 48, suddivisi in due classi (3° e 4°CTA), gli studenti che hanno partecipato al percorso formativo e per i quali era stato predisposto un accurato programma didattico integrato con le varie discipline scolastiche:

– la 3°CTA si è confrontata con gli aspetti di protezione civile veri e propri, addentrandosi nella complessità del sistema regionale di protezione civile, in merito alle specifiche competenze sui rischi del territorio e le attività degli enti locali, la pianificazione, la previsione, il soccorso ed il superamento dell’emergenza, ecc. Dai concetti teorici si è passati all’attività di laboratorio, dove gli studenti, suddivisi per gruppi di lavoro, si sono confrontati con il Piano di protezione civile provinciale, progettando alcune aree di accoglienza della popolazione sparse nel territorio della provincia di Pistoia;

– il programma della 4°CTA ha approfondito le tematiche relative al rischio sismico, con l’obiettivo di avvicinare gli studenti alla “prevenzione e riduzione del rischio sismico e di vulnerabilità sismica del patrimonio edilizio esistente”; in particolare, sono stati sviluppati i concetti necessari per eseguire sopralluoghi di agibilità dei fabbricati in situazione di post sisma.

I 10 incontri si sono articolati con lezioni frontali seguite da un sopralluogo svolto a San Marcello Pistoiese, per simulare, con l’assistenza dei tecnici regionali dell’Ufficio Tecnico del Genio Civile di Area Vasta Firenze, Arezzo, Prato, Pistoia-Prevenzione Sismica, un rilievo di danni post-sisma e compilare la scheda di “Agibilità Aedes”. I dati raccolti durante il sopralluogo sono stati infine informatizzati dagli studenti tramite l’applicativo, sviluppato in Regione Toscana, GeOSiSMa (Gestione e Organizzazione del Sistema di Sopralluoghi su MAppe GEOriferite) e poi georiferiti utilizzando software open source (Qgis). Nell’aula magna della sede succursale si è tenuta infine la verifica delle attività svolte, attraverso la presentazione ad un’apposita Commissione costituita oltre che dal personale esperto degli enti che hanno effettuato la formazione (dott.ssa Vania Pellegrineschi; dott.ssa Nicoletta Casotti; geom. Marco Paolieri ), anche dai docenti coinvolti per le specifiche materie (prof. Riccardo Cioni; prof. Claudio Giannellini; prof. Salvatore Rondine; prof. Franco Pasquini). Alla commissione ha partecipato il geom. Federico Bonechi, Responsabile Regionale delle Misericordie della Toscana, che ha particolarmente apprezzato il lavoro svolto sia per gli aspetti didattici che per i risultati ottenuti e presentati dagli studenti.

Protezione-Civile-centro-operativo-1-Pistoia

Protezione-Civile-centro-operativo-2-Pistoia

Iscrizioni On Line area riservata ai Docenti Area riservata ai genitori    FLUX Laboratori Sapere Scientifico    Calendario Uscite  books-icon-512    meteo Georientiamoci ITS_logo    Zeroshell Net Service    First Lego League First Lego League Junior Cambridge_logo Quotidiano_logo giovani_logo    Moodle    Microsoft Imagine    G Suite for Education       lucchetto 

"I.T.T.S. SILVANO FEDI-ENRICO FERMI" - Via Panconi, 14 - 51100 - Pistoia - Italia - C.F. 80007710470 - tel.+39 0573 37211 fax +39 0573 372121 -
Cod.Mecc.PTTF01000R - Cod. IPA istsc_pttf01000r - Cod. fattura elettronica UFBJA8 - Num.Tesoreria Unica 315177 - CCP 11321510
Mail :pttf01000r@istruzione.it - PEC pttf01000r@pec.istruzione.it